Funzionigramma

Questa pagina conterra' le NOSTRE proposte di programma legato ai profili, funzioni, che secondo noi dovrebbero governare l'Italia. E' una sezione "work in progress" perche' crescerà e si svilupperà con il tempo, man mano che dalle nostre conversazioni scaturiranno principi e proposte condivisi:



Sociale:

  • Immediata soluzione per gli esodati
  • Creazione di un fondo pensioni d’emergenza
  • Revisione di TUTTE le pensioni di invalidita’ ed accompagnamento. I falsi invalidi o non aventi diritto (e chiunque coinvolto nella truffa) verranno perseguiti con pene inasprite. Gli eventuali recuperi verranno fatti confluire nel fondo pensioni “emergenza”
  • Eliminazione di doppi e tripli vitalizi (lasciando il piu’ alto) i tagli verranno fatti confluire nel fondo di “emergenza” (per 80% a scalare per 5 anni)
  • Eliminazione immediata di tutte le pensioni statali non ottenute con almeno 15 anni di contributi. I risparmi verranno fatti confluire nel fondo di emergenza (per 80% a scalare per 5 anni)
  • Il fondo verra’ destinato per meta’ all’aumento delle pensioni minime di anziani soli o senza altre fonti di reddito, l’altra meta’ a solidarieta’ DIRETTA di famiglie in difficolta’
  • Riforma delle pensioni che preveda eta’ pensionabile in linea con aspettative di vita, sgravi per lavoratori che non vanno in pensione
  • Tetto massimo per le pensioni di anzianita’
  • Tetto massimo per le liquidazioni ai manager pubblici. Possibilita’ per l’impresa di inserire un tetto massimo per la liquidazione di quadri e dirigenti in accordo con il dipendente
  • Sgravi importanti per famiglie monoreddito (o con redditi fino a soglia da stabilire) con figli studenti (fino all’universita’!!!) sulle tasse e spese scolastiche (inclusi i libri di testo)
  • Audit di tutte le aree terremotate ed alluvionate in Italia per restituire dignita’ alle persone. Task force coordinata dal ministero per l’ambiente ed interni
  • Lavori socialmente utili (a discrezione delle amministrazioni locali) per tutti i carcerati al fine di ottenere un migliore reinserimento nella comunita’
  • IVA agevolata su tutti i prodotti per l’infanzia (compreso abbigliamento se made in Italy)


Politica ed Istituzioni:


  • Vincolo di mandato per tutti gli eletti
  • Durata della carica: massimo due mandati (nella stessa posizione! Se un rappresentante fa bene il proprio lavoro non vediamo ragione per la quale non possa contribuire alla comunità in modo continuativo)
  • Ineleggibilità per condannati in via definitive per reati penali (patrimonio, persona, impresa, ecc.) ed amministrativi gravi
  • Non cumulabilita’ di cariche pubbliche, salvo eccezioni approvate dai ministeri competenti
  • Taglio delle remunerazioni a 1/5 e di tutti i privilegi/agevolazioni agli eletti che mantengono attivita’ private di tipo professionale, imprenditoriale (escluse le partecipazioni se e’ provata l’esclusione di mansioni), manageriale
  • Tetto massimo per importo consulenze esterne ad enti pubblici. Audit di tutte le consulenze la cui legittimita’ dovrà essere decretata dal ministero competente
  • Immediata legge sul conflitto di interessi (che sorprendentemente colpira’ piu’ a sinistra che a destra)
  • Immediata legge sul finanziamento pubblico ai partiti. Finanziamenti ridotti a 1/5 rispetto agli attuali
  • Taglio immediato del 100% dei finanziamenti all’editoria. Riutilizzo del 50% dei fondi per la diffusione nelle scuole delle tecnologie e per la ricerca
  • Tutti i finanziamenti ai partiti (di qualsiasi entità) dovranno essere nominali e non potranno essere anonimi
  • I partiti che investono in qualsiasi attivita’ produttivo-imprenditoriali, bene mobile e/o immobile (compresa la sede) non potranno godere di finanziamento pubblico e neanche del contributo previsto per i gruppi parlamentari
  • I bilanci dei partiti dovranno essere soggetti a revisione e certificazione annuale. I revisori verranno nominati dal ministero delle finanze. I revisori non possono essere nominati per due anni consecutivi
  • Riduzione immediata a 1/3 di parlamentari. 1 camera nazionale ed una regionale. (Questa una questione sulla quale stiamo dibattendo a lungo, forse 1/3 é troppo poco per garantire che l'elettorato e non le lobby abbiano controllo del parlamento)
  • Tetto massimo al numero di ministri, segretari, sotto-settegratari, vice-ministri, ecc...
  • Semplificazione dell’iter legislativo
  • Elezioni diretta del presidente del consiglio dei ministri (ridefinizione dei poteri) e del presidente della Repubblica (ridefinizione dei poteri)
  • Soppressione nomina Senatori a Vita, eliminazione retribuzione per Senatori a Vita, soppressione potere di voto dei Senatori a Vita
  • Soppressione immediata di tutti gli enti inutili (o accorpamento di quelli poco produttivi), delle province, delle comunita’ montane. Accorpamento dei comuni con meno di 10.000 abitanti (ove ragionevolmente possibile)
  • Parificazione dell’orario di lavoro dei dipendenti pubblici con quelli dei settori privati
  • Audit di tutti i trattati internazionali (compresi UE)
  • Referendum sul mantenimento del trattato di Lisbona (anche se non previsto da nostra costituzione, al limite consultazione parlamentare)
  • Revisione dei trattati Europei per creare “l’Organizzazione delle nazioni d’Europa” (economia, commercio, lavoro, libero scambio).
  • Immediata cancellazione del fiscal compact. Riacquisizione della sovranita’ monetaria
  • Rinegoziazione del debito pubblico
  • NO al MES
  • Legge che regolameni lobbies e fondazioni
  • Ritiro immediato delle truppe dalle missioni internazionali 
  • Riforma della giustizia, separazione delle carriere ed inserimento del principio della responsabilita’


Economia, Finanza pubblica e lavoro:

  • Cancellazione dell’IMU su prima casa e su tutti gli stabili industriali e/o destinati ad attivita’ imprenditoriale. IMU gravera’ su fondazioni bancarie, partiti, sindacati e Vaticano (non per i luoghi di culto). La meta’ di quanto ricavato verra’ ridestinata ai proprietari di prima casa con priorita’ per anziani (pensionati) soli e famiglie monoredditto (con gradini a secondo della composizione del nucleo famigliare) a titolo di rimborso IMU versata.
  • Sgravi fiscali per le ristrutturazioni/conversioni di abitazioni private per l’adozione di fonti d’energia alternative o volte al risparmio energetico.
  • Forti sgravi sul costo del lavoro per nuove assunzioni di giovani (primo lavoro o precari) fino a 29 anni (affinche’ vengano aiutati anche i neo-laureati) per assunzioni di almeno 3 anni continuativi.
  • Inasprimento delle leggi sullo sfruttmento del lavoro nero e minorile, in particolare di immigrati irregolari; inasprimento delle sanzioni per chi non rispetta la normative sulla sicurezza del lavoro.
  • Immediata espulsione di immigrati irregolari. Per coloro i quali non e’ possibile determinarne la provenienza, verranno previste forme di contribuzione al proprio mantenimento nelle strutture d’accoglienza fino al rientro in patria. Gli immigrati per i quali non sarà possibile il rimpatrio, per qualsiasi ragione, se in condizioni di lavorare verranno assegnati a lavori socialmente utili (retribuiti!); in caso questi siano minori verranno affiancati da personale para-scolastico che insegni i principi della nostra costituzione, del diritto, della nostra civiltà 
  • Revisione ed inasprimento delle leggi sull’immigrazione per favorire il rientro del lavoro italiano in patria e l’assunzione di personale italiano.
  • Patrimoniale secca del 15% su tutti i capitali scudati. Da valutare l’obbligatorieta’ di sottoscrizione di titoli pubblici pari alla differenza tra quanto tassato (20%) e le aliquote correnti alle quali sarebbero dovuti esser imponibili.
  • Rilancio della competitivita’ delle imprese italiane: sgravi sul lavoro di italiani neoassunti (ex precari, disoccupati, rientro di professionisti dall’estero, non cumulabile con neoassunzioni di giovani), incentivi per l’export con garanzia sul credito extra UE (grazie ad accordi bilaterali con altri stati, creazione di un fondo di garanzia internazionale con emissione di bonds)
  • Piano di saldo immediato dei debiti dello Stato verso i privati (triennale) tramite l’emissione di bonds convertibili a compensazione del credito fiscale
  • Immediata normativa che regoli l’attivita’ delle societa’ di rating, consob, operatori finanziari che introduca l’applicazione del principio di responsabilita’ oggettiva. Fissazione di uno spread massimo (e spese accessorie massime) per la concessione di crediti alle imprese ed ai mutui prima casa.
  • Responsabilita’ diretta di banche ed assicurazione per tutti i prodotti finanziari (escluso bonds Italiani ed azioni borsa italiana) che vengono venduti a cittadini ed enti pubblici (garanzia sul capitale investito)
  • Tetto massimo alle assicurazioni RC di ogni tipo. Forte inasprimento delle pene per truffe assicurative
  • Censimento del patrimonio immobiliare dello Stato e degli enti statali. Recupero di tutti gli immobili improduttivi con investimenti diretti per destinazioni sociali o di capitale privato (concessione sfruttamento, non proprieta’). Dismissione della parte di patrimonio immobiliare NON adatta agli scopi di cui sopra. Vengono esclusi terreni, boschi, cave, porti, spiagge, etc.
  • Normativa sulle cooperative che ne regoli responsabilita’ e fiscalista’
  • Reinserimento di un periodo obbligatorio per i giovani (maschi e femmine) durante il quale prestare servizio per lo Stato (convertibile in leva militare) di 8 mesi.
  • Utilizzo del 50% (per 3 anni) dei risparmi generati dal ritiro delle truppe per favorire lo sviluppo economico delle nostre imprese (es. Sgravi fiscali per attivita’ eco-sostenibili, sgravi fiscali per imprese che investono in ricerca, ecc.)
  • Ridefinizione delle zone e distretti industriali favorendo lo sviluppo infrastrutturale e gli investimenti per la riqualificazione del territorio e delle aree industriali dismesse
  • Sostegno alle imprese per l’ammodernamento degli impianti di produzione e l’adozione di fonti d’energia alternative volte al risparmio energetico.
  • Forte lotta alla grande evasione (non quella dei bar…), evasori totali, evasione ed elusione di banche e grandi imprese. Inasprimento delle pene
  • Sostegno per il ritorno in Italia delle produzioni delle aziende che negli scorsi decenni hanno decentrato all’estero. Esclusione da sgravi, aiuti, ammortizzatori sociali di tutte le imprese che mantengono le produzioni all’estero i cui prodotti sono destinati ad essere re-importati in Italia per consumo e/o assemblaggio-labelling-lavorazione.


Ambiente, Turismo e trasporti:

  • Inasprimento delle sanzioni per reati contro l’ambiente; penalizzazione di tutti i reati contro l’ambiente.
  • Investimeti e ricerca per le energie alternative pulite. Sostegno alle imprese (e costruzioni residenziali) che utilizzano fonti alternative (es. Geotermico) che favoriscono risparmio energetico e rispetto per l’ambiente.
  • Raccolta differenziata obbligatoria in tutta Italia (con % minime); forti penali a chi non raggiunge le quote stabilite entro 2 anni e premi per chi supera le quote stabilite. Ricerca sullo sfruttamento dei rifiuti riciclati affinche’ ne aumenti lo sfruttamento economico.
  • Rilancio dell’industria turistica con investimenti infrastrutturali orientati a facilitare i collegamenti con le localita’ turistiche.
  • Sgravi per gli investimenti orientati alla creazione e/o rinnovo delle strutture ricettivo-ricreative. Investimenti per il mantenimento ed il recupero del territorio e dell’ambiente.
  • Revisione delle leggi sullo sfruttamento dei beni demaniali (es. Spiagge). Rilancio dell’attivita’ portuale diportistica italiana.
  • Regime fiscale agevolato per le imprese turistiche che investono in nuove strutture eco-compatibili (ex novo e/o riconversione di esistenti)
  • NO TAV. Ridestinazione delle risorse eventualmente gia’ disponibili per attuare quanto sopra (altro argomento molto dibattuto e con molti lati oscuri ancora da affrontare; fino quando non ne capiremo di più rimaniamo NO TAV anche perché non é comprensibile come un'opera di interesse pubblico venga appaltata ad un General Contractor straniero)
  • Potenziamento (parziale privatizzazione) della rete ferroviaria nazionale. Sgravi per trasporto merci su rotaia. Aumento del costo delle autostrade per trasporto merci.
  • Potenziamento dei collegamenti ferroviari verso tutti gli aeroporti. Disincentivi per l’utilizzo di mezzi privati per il raggiungimento degli aeroporti (es. Aumento delle imposte sui parcheggi)
  • Creazione di interporti a fiscalita’ agevolta per merci destinate all’esportazione

Giustizia:

  • Riforma della giustizia, separazione delle carriere
  • Reintegro del principio (e leggi) sulla segretezza degli atti giudiziari. Inasprimento (ed applicazione) delle sanzioni per violazioni
  • Divieto assoluto di apparire nei media, concedere interviste, partecipare a dibattiti pubblici (televisivi e/o radiofonici) su temi in corso di dibattimento in giudizio, anche senza diretto interessamento, da parte di magistrati e giudici
  • Divieto di candidarsi ad elezioni politiche ed amministrative prima di 5 anni dall'abbandono della carica di magistrato (giudice, procuratore, ecc.)
  • Sfoltimento e semplificazione delle leggi anche al fine di renderne meno elastica l'interpretazione da parti degli inquirenti
  • Riforma del processo per renderne accettabili i tempi
  • Tempi massimi per il raggiungimento di un giudizio nei procedimenti civili
  • Apertura di distaccamenti dei tribunali (con giudici di pace) sul territorio per velocizzare la soluzione di procedimenti minori
  • Audit e riforma leggi detenzione minori per favorire l'affidamento a comunita' e/o famiglie. Introduzione al mondo del lavoro (artigianato, commercio, professioni tipiche dei territori di residenza, ecc.)
  • Inserimento dell'obbligarieta' di lavori socialmente utili per i detenuti