lunedì 7 gennaio 2013

Padroni a casa nostra!

Certamente non possiamo più definirci "padroni a casa nostra". Ormai se ne sono accorti anche gli ottusi servi dei partiti i cui leader sono al soldo dell'oligarchia finanziario mediatica che sta imponendo il piano coloniale all'Italia. Dopo averci tolto anche il sangue sembrava che nel 2012 anche i tecnocrati fossero mossi a pietá dalle tragiche condizioni in cui i quasi 60.000.000 di cittadini italiani si trovano a combattere quotidianamente, chi per sopravvivere, chi per non perdere quel poco che ancora rimane. Il professore tra i professori decreta che non vi saranno ulteriori aumenti dell'Iva almeno fino al luglio del 2013 (conversione in legge 7 agosto 2012). 


Questo fino quando i suoi datori di lavori, o quanto meno commissari dei capi del professore, non  decidono di venire a vedere che combina la combricola illuminata impostaci da Napolitano.
Nel settembre 2012, in seguito ad una gita nel Bel Paese (12-27 luglio 2012), l'IMF (Fondo Monetario Internazionale) emette un REPORT dal titolo "The Delega Fiscale and the Strategic Orientation of Tax Reform. La relazione viene emessa da

Stephen Bond
Lawrence Walters

Economisti, sedicenti ambientalisti, professori, banchieri, avvocati. Tutti a certificare che la Penisola, commissariata, sta dando quanto deve e certamente é in condizioni di dare ancor dippiu!

Pagina 10 punto 8 del REPORT:
Nel 2011 é stato innalzato il tasso standard dell'IVA ed alcune tasse sul lusso sono state introdotte [..] L'innalzamente dal 20 al 21% dell'IVA comunque non risolve il fatto che l'Italia é tra i Paesi con la peggiore performance IVA in Europa in riflesso alla presenza di tassi agevolati e lacune normative

MA VI RENDETE CONTO?????????????????????????????????????????????????????????????????

Il brevissimo passaggio tratto dalle 40 pagine della relazione é di per se sufficiente a comprendere che, di fatto, in casa nostra comandano LORO. 

Consigliamo di leggere interamente il documento, soprattutto il passaggio in riferimeno (pag. 34) al gioco d'azzardo.  

Ancora dubbi? Speriamo non ce ne siano. 






Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti verranno pubblicati direttamente. La moderazione, che non significa censura, verra' adottata solo se indispensabile.
Pubblicando un commento, una risposta, un post dichiari d'aver letto, capito ed approvato il regolamento del blog http://freetaly.blogspot.com/p/regolamento.html