venerdì 29 giugno 2012

Il SEC di Prodi fa ombra su Monti!

Mentre i "nostri" le suonavano di santa ragione ai panzer teutonici, nel silenzio garantito da tutta la stampa impegnata a distrarre il Mondo con le finte notizie di un summit piu' somigliante alle prove generali delle esequie per la scomparsa dell'Euro, ieri 28 giugno il SEC (Shadow European Council) si riuniva sotto il segno di Romano Prodi.


Questa mattina i titoli di tutti i giornali suonano la stessa musica "crescita e scudo anti-spread". Ma di cosa si tratta concretamente? UN COLOSSALE NULLA DI FATTO! 

martedì 26 giugno 2012

Ci mancavano solo gli....Spinelli!

Il riferimento all'autore del documento (Manifesto di Ventotene) ispiratore del Movimento Federalista Europeo, di cui Altiero Spinelli fu anche fondatore, non e' assolutamente casuale. Nel 2010 i parlamentari europei tra cui Guy Verhofstadt, Daniel Cohn Bendit, Isabelle Durant e Sylvie Goulard fondano il Gruppo Spinelli con il chiaro obiettivo di creare un'Europa federale con un organismo sovrano centrale, se vogliamo gli Stati Uniti d'Europa. 



Del Gruppo Spinelli fanno parte tra gli altri italiani Romano Prodi, neanche a dirlo, Mario Monti e Tommaso Padoa-Schioppa. Un caso. 

venerdì 22 giugno 2012

Sara' ancora Italia-Germania?

Gli attacchi speculativi contro l'Italia, pur indebolendola, non sono riusciti a schiacciare la nostra economia. Nonostante il governo dei tecnocrati stia facendo del proprio peggio per impoverire i poco indebitati (rispetto al resto d'Europa) cittadini italiani, il Bel Paese regge molto bene il confronto con le nazioni della UE che si dicono "virtuose", in particolare, neanche a dirlo, la Germania.  


Monti ha imposto l'IMU, ulteriori accise sulla benzina, super bolli, eliminato detrazioni, riformato la pensioni in una carneficina sociale (ecc ecc ecc) al fine di drenare risorse proprie dei cittadini; ora si paventa la svendita del nostro patrimonio immobiliare e le riserve auree sono a rischio pignoramento. Il sospetto e' che cio' non serva a salvare l'Italia, che forse non ne ha necessita', bensi sia utile a salvare l'UE e piu' o meno direttamente il popolo guidato dalla Merkel. Si ripropone cosi' l'eterno conflitto, per il quale la UE non potra' mai essere una vera UNIONE, Italia contro Germania (a buona memoria, pur uscendone spesso mal conci, non abbiamo mai perduto...).

giovedì 21 giugno 2012

La Merkel interpreta il Nabucco!

Non siamo impazziti, non ancora almeno. La Bundeskanzlerin rimane solida come un panzer sulle proprie posizioni: austerita', nessun aiuto al di fuori di quanto gia' previsto dal MES se i Paesi (PIIGS) in difficolta' non rispetteranno i parametri fissati dal Fiscal Compact. Come si diceva? REGOLE E DISCIPLINA!



I presunti buoni Monti-Hollande (nuovo asse di scambio), Barroso, Obama e Rajoy premono affinche' la cancelliera si ammorbidisca, ma prima di dire si (o forse) ad Eurobond, unita' bancaria, parametri di bilancio piu' flessibili, ulteriori aiuti ai PIIGS, meccanismo controllo spread (ancora soldi) la Cancelliera chiede a gran voce piu' potere all'UE, trasferimento di sovranita' dagli Stati membri, unione politica in sostanza. Ai convinti europeisti queste posizioni, convergenti fino pochi mesi fa, potrebbero sembrare al quanto insolite.

martedì 19 giugno 2012

Un altro Nobel bacchetta la UE!

Thomas Sargent (biografia) premio Nobel per l'economia nel 2011, da tempo cerca di spiegare le analogie (e differenze) tra i neonati Stati Uniti d'America del 18esimo secolo e l'Europa di oggi. In diversi articoli (eccone uno) tiene vere e proprie lezioni di storia ed economia politica che dovrebbero far riflettere profondamente politici e mandanti dei piani di austerita' e finti aiuti che ci porteranno al degrado senza via di ritorno. 


Pochi giorni fa, Sargent ha tenuto una conferenza proprio in Italia (Scrivere il Futuro, Bologna 14-17 Giugno 2012), della quale erano ospiti (tra gli altri) Roubini, Giddens ed il professor (super)Mario Monti.

venerdì 15 giugno 2012

Tranquilli, verremo REDENTI....da Goldman Sachs!

Ormai e' un delirio di onnipotenza divina. Hanno addirittura teorizzato, per ora, la "redenzione". Purtroppo, o per fortuna, non si tratta del significato religioso che credo ognuno di noi affiencherebbe al termine, bensi di un nuovo DIABOLICO sistema per attingere alla ricchezza dei cittadini di tutta Europa. Infatti, col termine redemption s'intende il rimborso o l'estinzione di un debito.



L'allegra brigata, che coordino' la festa a bordo del Britannia, della quale fanno parte  Prodi, Draghi, Monti, Letta, Tononi (per citare alcuni "illustri" italici) ha messo a punto finalmente il piano con il quale impadronirsi definitivamente della ricchezza italiana.

giovedì 14 giugno 2012

SALDI ANTICIPATI!!!

Si direbbe "meglio del previsto". Immagino quando Monti ha chiamato l'altra sera Angelino, Gargamella e Azzurro dicendogli "Grillo avanza, di poltrone ne ho quante ne voglio. O si va ad elezioni o mi date un mandato piu' forte ed un sostegno incondizionato in parlmento". I tre bravi (come li definirebbe il Manzoni) neanche ci pensano, andassero ad elezioni in questo momento non prenderebbero i voti neanche dai loro parenti.


 L'ultimo dei mohicani, Nigel Farage, ha ancora una volta denunciato al parlamento Europeo (13.06.2012) quanto sta accadendo, ma nessuno commenta, tutti tacciono omertosi e conniventi. 

domenica 10 giugno 2012

No Lilli, no Party!

La soubrette e' stata tra i pochissimi "giornalisti" invitati al gran ballo organizzato dal Bilderberg negli USA. Sembra che durante gli incontri sia stata duramente messa in discussione la politica della prudenza adottata dalla Merkel e ci sia stata una spinta quasi unanime per "soccorrere" i Paesi UE in difficoltà. Naturalmente, indovinate, verra' chiesto qualche sacrificio ai cittadini, mentre nessuno si sogna di mettere le mani sulla vera causa dei nostri guai: il sistema bancario. Vi chiedo di fare lo sforzo di legger anche la parte finale dell'articolo dove troverete le parole (testo quotato originale) di David Rockefeller pronunciate alla riunione del Bilderberg a Baden (D) nel 1991!

giovedì 7 giugno 2012

Confessioni Pericolose! Un film gia' visto...

Di Cristina Agnello


Ecco "Le confessioni di Mario Monti",


"Il mio governo ed io - dice collegato in videconferenza al congresso nazionale delle fondazioni bancarie, in corso a Palermo - 
abbiamo sicuramente perso in questi ultimi tempi l’appoggio che gli osservatori ci attribuivano, spesso colpevolizzandoci, dei cosiddetti poteri forti perché non incontriamo favori in un grande quotidiano (il Corriere? ndr) rappresentante e voce di potere forte e in Confindustria"